Un nuovo traguardo raggiunto dagli studenti dell’OBICI”

“TINGELTANGEL” COMMEDIA SURREALISTA

UN NUOVO TRAGUARDO RAGGIUNTO
DAGLI STUDENTI DELL’ISIS OBICI

“Mi complimento con voi ragazzi, siete stati veramente bravi, avete dato il meglio di voi stessi”. Esordisce così la prof.ssa Liviana Da Re, Dirigente scolastico dell’ISIS A.V. OBICI di Oderzo, al termine della commedia «Tingeltangel» di Valentin Ludwig Fey rappresentata dagli studenti giovedì 19 marzo presso il Cinema Teatro Cristallo.
“Tale iniziativa, che rientra tra i progetti previsti dal Piano dell’Offerta formativa, costituisce uno strumento educativo-didattico molto valido ed una componente importante per la formazione dei giovani, ma è anche un’ottima occasione per socializzare con altri ragazzi della scuola e vivere una nuova e divertente esperienza”. Afferma la Dirigente.
Non ha scelto un copione certo facile il regista, prof. Damian Maurizio, che ha proposto ai giovani attori dell’istituto una commedia ambientata nella Monaco degli anni che precedono di poco la Prima Guerra mondiale: nei Tingeltangel, locali fumosi e chiassosi, affollati di gente di ogni ceto, dai bottegai ai piccolo-borghesi, ma davanti anche a fior di intellettuali come Hesse e Brecht, nasce, infatti, il teatro di Karl Valentin.
Ma chi è Karl Valentin? Valentin Ludwig Fey, in arte Karl Valentin, nasce nel 1882 in un sobborgo di Monaco. Dal 1906 si dedica al teatro, prima come clown musicale poi come attore di cabaret. Dal 1919 gira oltre 50 film. Muore nel 1948. In «Tingeltangel» Valentin interpreta un orchestrale stravagante i cui gesti, spesso imprevedibili, accompagnano battute o monologhi a dir poco irreali; i suoi esilaranti discorsi a vanvera fanno perdere le staffe ai suoi partners, in particolare al direttore d’orchestra, esasperandoli sino a coinvolgerli in una sorta di situazione paradossale, quasi demenziale.
Ben quaranta allievi, di ogni fascia d’età, appartenenti a 16 classi dei vari indirizzi (Liceo Artistico della Grafica, Liceo Artistico Audiovisivo Multimediale, Produzioni Industriali e Artigianali, Servizi Commerciali, Servizi Socio Sanitari) sono stati coinvolti come presentatori, attori, attrici, suggeritrici, scenografi, trovarobe, addetti ai costumi, al “trucco e parrucco”, ai servizi pubblicitari, fotografici e video. La performance è stata al di sopra di ogni aspettativa poiché molti erano gli attori che hanno iniziato a cimentarsi in questa attività espressiva da soli tre mesi. Il regista ha compiuto un vero miracolo con loro se si considera che diversi studenti erano impegnati con l’alternanza scuola-lavoro e lo stage. Hanno collaborato con lui i docenti: Acconcia Domenico, Damo Laura, Guarrasi Gianni, La Malfa Antonino, Latino Massimo, Maso Anna, Sorrentino Silvia. Il risultato è stato veramente entusiasmante e il pubblico ha risposto con calore in una platea gremita di presenze, fra cui il sindaco, ing. Diego Cenedese, e il vicesindaco, Ketty Darin, di San Polo di Piave.
Si desidera ringraziare l’Amministrazione comunale di Oderzo nelle persone del Sindaco avv. Pietro Dalla Libera e dell’assessore alla cultura avv. Mery Zorz che hanno patrocinato l’evento; il presidente della Banda Cittadina Turroni sig. Gultiero Roman e il Direttore artistico, il maestro Gianni Cappelletto, dell’Istituto musicale Opitergium “Fabrizio e Lydia Visentin”, per aver messo a disposizione leggii e strumenti; lo staff di dirigenza, il personale docente, Ata, i genitori che in vario modo hanno contribuito alla realizzazione dello spettacolo.
Gli studenti coinvolti hanno pochi giorni di pausa poiché il 2 giugno sono chiamati a rappresentare “Donne in Parlamento” di Aristofane nell’ambito della Opitergium Rievocazione storica: evento storico-culturale di grande levatura che fa onore alla cittadinanza opitergina.

I nostri attori