circ. n. 26 del 21.09.13 – alunni non avvalentesi IRC. Orario provvisorio

Circ. n. 26                                                                          Oderzo, 21 settembre 2013

 

 

 

                                                                                          AI DOCENTI                                                                         AGLI ALUNNI non avvalentesi IRC

                                                                                          AI LORO GENITORI

                                                                                          AI COLLABORATORI SCOLASTICI

 

                                                                           p.c.         D.S.G.A.

                                                                                          Uff. didattica

                                                                                           ISIS “A. V. Obici” – Oderzo

 

 

Oggetto: Alunni non avvalentesi IRC. Orario provvisorio.

 

        

In attesa dell’orario definitivo

 

gli alunni che non si avvalgono dell’insegnamento della Religione Cattolica, in concomitanza dell’ora di religione alla prima o all’ultima ora di lezione, sono autorizzati, previa firma dei loro genitori sul libretto personale, se minorenni, a entrare alla seconda ora o ad uscire al termine della penultima ora di lezione in orario.

 

         Gli alunni interessati riporteranno il presente comunicato sul libretto personale per la firma dei genitori.

 

         I docenti verificheranno che gli alunni che presentano tale dichiarazione effettivamente non si avvalgano dell’IRC, come da elenco depositato nel registro di classe.

 

         Durante le ore intermedie gli alunni che non si avvalgono dell’IRC rimarranno, per il momento,  nelle loro aule e si dedicheranno allo studio personale senza recare disturbo alla lezione.

 

Si ricorda che non sono ammesse, dopo l’inizio delle lezioni, variazioni di scelta nell’avvalersi o meno dell’insegnamento della religione cattolica e delle modalità di presenza o non presenza in Istituto nel caso di alunni che non si avvalgono dell’insegnamento della religione cattolica.

 

 

 

 

                                                                                                                                                                                                                           IL DIRIGENTE SCOLASTICO

               ( Prof. Aldo BAGNARA)